Gli effetti di Omega-3s per perdere peso e guadagnare il muscolo

I ricercatori mostrano che gli omega-3 hanno effetti catabolici e anabolizzanti. Inoltre, questi possono migliorare la nostra salute cardiovascolare, ridurre i trigliceridi, il metabolismo del glucosio e regolare le cellule immunitarie.

Fondamentalmente, ci sono tre principali tipi di acidi grassi Omega-3 che possiamo ottenere dal cibo:

  • ALA o alfa-linolenico acidi
  • APE o eicosapentaenoico acidi
  • DHA o docosaesaenoico acidi

Quando consumiamo Omega-3 il corpo converte l’ALA in EPA e DHA che sono più facilmente utilizzabili dal corpo. Questi hanno diversi effetti sul nostro corpo.

Omega-3 per perdere grasso

Ha dimostrato che Omega-3 contribuisce a ridurre il grasso corporeo e influenza anche l’aumento di peso e l’espansione del tessuto adiposo. Questi effetti possono essere osservati in periodi di assunzione di calore basso, di mantenimento e anche in periodi di calore ridotto.

A quanto pare, l’olio di pesce inibisce l’attività di sintesi del grasso e allo stesso tempo stimola l’attività degli enzimi chiave che regolano l’ossidazione dei grassi. D’altra parte, l’olio di pesce o Omega-3 aumenta i livelli di adiponectina (aiuta a ridurre il glucosio nel sangue e migliora la resistenza all’insulina) e diminuisce i livelli di cortisolo.

Omega-3 per guadagnare il muscolo

C’è qualche prova che mangiare l’olio di pesce con i pasti può migliorare la risposta anabolica ad un pasto. Inoltre, prendendo l’olio di pesce con un pasto può migliorare l’assorbimento di olio di pesce. L’olio di pesce, in particolare l’EPA (acido eicosapentaenoico), ha dimostrato di lavorare in sinergia con HMB (ß-idrossi-metil-butirrato) per ridurre la rottura delle proteine ​​muscolari.Leggi di più: https://3omega3.it

Poiché l’EPA (acido eicosapentaenoico) può migliorare la sintesi delle proteine ​​muscolari, può anche essere utile assumere con leucine, BCAA o proteine ​​del siero di latte, che supportano anche la sintesi delle proteine ​​muscolari. Naturalmente, si può anche prendere l’olio di pesce come un supplemento di base normale, vale a dire come una vitamina multi.

Come abbiamo visto, l’Omega-3 ci aiuta a bruciare i grassi, ma aiuterà anche a ottenere muscoli grazie alle sue proprietà anaboliche.

Questi effetti anabolizzanti sono stati osservati negli atleti che ingeriscono Omega-3 insieme a cibi ricchi di proteine. A quanto pare, l’olio di pesce aumenta la sintesi della proteina muscolare che provoca un maggiore assorbimento e ipertrofia. La sintesi proteica aumenta dal 50 al 120% assumendo Omega-3 integratori.

Raccomandazione: cercare di consumare tra 1.600 mg di EPA e 800 mg di DHA. Anche se dosi più elevate di 2.400 mg di EPA e 1.600 mg di DHA sembrano aiutare a perdere più grassi. Per raggiungere questi importi bisogna includere cibi ricchi di Omega-3, come pesce, frutti di mare, tuorlo d’uovo o coniglio.

Nel caso in cui non si arriva a consumare le quantità minime, è possibile completare la vostra dieta prendendo Omega-3 sotto forma di capsule. Da questo collegamento puoi ordinare questo marchio che contiene buone proporzioni di DHA e EPA. Personalmente, posso dirvi che ho provato l’integrazione di Omega-3 e non ho avuto alcun disagio o un effetto collaterale da tenere in conto. È sicuro e i risultati (a medio termine e con una buona dieta) si possono controllare.

Generale

COME USARE LA PIASTRA PER CAPELLI

La piastra per capelli è un alleato prezioso. Eppure molti pensano ancora che possa rovinare i capelli. Certamente non dobbiamo abusarne, e se usata nel modo corretto, la piastra potrà regalarci un look da favola! Vediamo alcune regole fondamentali.

  1. Usare la piastra sempre sui capelli perfettamente asciutti. Dobbiamo fare un’asciugatura a regola d’arte. Se non vogliamo perdere tempo con spazzola e phon possiamo asciugare i capelli con le mani tenendo il phon dall’alto verso il basso e con l’apposito beccuccio che direziona l’aria. Se abbiamo una chioma abbondante suddividiamo i capelli con le mollette e asciughiamo prima le ciocche sottostanti. Non facciamo l’errore di asciugare i capelli col phon in fretta e furia perché tanto dopo sistemeremo con la piastra, otterremo solo l’effetto di increspare i capelli e di spezzarli per poi passare la piastra più volte nel tentativo di lisciarli.

Una volta che i capelli sono asciutti spazzoliamo delicatamente e suddividiamo di nuovo in ciocche. Una piastra per capelli di qualità ha la temperatura regolabile, proviamo prima con la temperatura minima e passiamo la piastra delicatamente e lentamente, ma senza soffermarci sulla ciocca. Aumentiamo la temperatura solo se vediamo che la ciocca non risulta subito liscia.Leggere di più su sito web

  1. Usare la piastra sui capelli puliti. E’ importantissimo non usare la piastra per capelli se non li laviamo da qualche giorno o se sono sporchi di gel, lacca, schiuma. Questi prodotti a contatto con il calore non faranno altro che rovinare i capelli. Usare la piastra sui capelli rovinati, spezzati o con doppie punte peggiora la situazione. Apparentemente la piastra ha un effetto estetico eccellente perchè compatta e chiude le punte dei capelli spezzati eliminando l’effetto “paglia”. Eppure in questo caso dovremmo usare la piastra solo in casi di emergenza come una cerimonia o un evento importante, ma curare e se necessario tagliare i capelli il prima possibile.

  1. La piastra per capelli deve accompagnare la ciocca. Deve essere chiusa delicatamente sulla ciocca senza stringere, in modo che scivoli sui capelli. Procedete verso il basso e quando arrivate alle punte potrete delicatamente direzionare la ciocca verso l’interno o all’esterno in modo che le punte non risultino troppo dritte. Per le ciocche alla sommità del capo, chiudete la piastra vicino alla radice e procedete con un movimento prima verso l’alto e poi che scende verso il basso simulando lo stessso gesto che fareste con la spazzola. Infatti se tirate le ciocche troppo dritte verso i lati o direttamente verso il basso avrete un effetto rigido e artificiale. Non cedete alla tentazione di lavorare solo le ciocche superiori perchè se il capelli di sotto si gonfioano o si increspano avrete sprecato il vostro tempo.
Generale

Vaporizzatore con o senza nicotina?

Scegliere un vaporizzatore portatile o la sigaretta elettronica invece che sigarette, sigari e pipe è una scelta senza dubbio molto più salutare. Il vaporizzatore elimina tutti i danni alla salute causati dalla combustione: quando si accende una sigaretta o il tabacco di un sigaro o di una pipa non si pensa che si sta bruciando qualcosa. In pratica è la stessa cosa che bruciare legna in un camino, il pellet di una stufa o i rifiuti in un inceneritore. Sembra esagerato ma il tabacco e la cartina non sono altro che materia di origine organica così come legno, pellet e rifiuti termovalorizzabili.

Ti andrebbe di prendere delle boccate di fumo dalla canna fumaria di un camino o stufa a pellet?

No!

I composti chimici sprigionati nella sigaretta sono gli stessi, anche se ovviamente le dosi sono minori, sono migliaia di sostanze dannose, dal monossido di carbonio che danneggia le cellule del corpo (in dosi massicce porta alla morte per soffocamento), al polonio un metallo pesante altamente tossico per qualsiasi essere vivente, così come benzene ed altri composti di grande pericolosità.

Respirare una bella boccata di fumo può sembrare rilassante ma è “fumo” appunto e non fa per niente bene alla salute.

Il vaporizzatore invece sprigiona un fumo composto da vapore. Lo stesso vapore della doccia, dell’acqua della pasta… reso più denso dal glicerolo vegetale e dal glicole, composti sicuri ed utilizzati negli alimenti da decenni. Ecco perché “le svapate” fanno un fumo che sembra quasi una densa nebbia e che sembrano diverse dal vapore della doccia.

Nei liquidi per lo svapo però, reperibili insieme ai vaporizzatori in siti specializzati come MagicVaporizers oppure su negozi specializzati che si trovano ormai ovunque nelle città c’è un altro ingrediente che può esserci o no: la nicotina.

Cos’è la nicotina?

La nicotina è un principio attivo che fa parte della categoria degli alcaloidi, sostanze che hanno effetto sul sistema nervoso. Un alcaloide è la caffeina ma anche la cocaina lo è. La nicotina è ciò che crea quella spasmodica e nervosa dipendenza da fumo, quella necessità di fumarsi una sigaretta per calmarsi ma è anche responsabile, alla lunga di patologie cardiache.

La nicotina che si fuma non è pericolosa come le 3900 sostanze chimiche sprigionate dalla combustione di una sigaretta e può essere smaltita dal corpo in poche settimane. Quindi a meno che non si hanno patologie cardiocircolatorie o si è a rischio, anche se non fa benissimo alla salute, la nicotina non fa più male di un paio di caffè al giorno.

Gli “svapatori” però possono scegliere se usare i liquidi con la nicotina in modo da affrontare il vizio del fumo lentamente e liberarsi della dannosa sigaretta, oppure se scegliere un fumo 100% salutare composto da rilassanti, profumate nuvole di vapore.

Generale

SixthContinent, la realtà che aiuta le imprese virtuose

Fabrizio Politi nacque a Livorno nel 1973, durante la sua vita l’economia l’ha interessato senza alcun dubbio, ma per molti anni ha ricoperto un ruolo secondario nel campo economico.

Ha dedicato la sua vita principalmente nella ideazione, creazione e fabbricazione di yacht molto lussuosi che risultavano di conseguenza accessibili solo per pochissime persone che effettivamente avevano innanzitutto  l’interesse e in secondo luogo le disponibilità finanziare nell’acquistarli. Pur mantenendo un occhio di riguardo verso l’economia, Fabrizio Politi era convinto che solo immedesimandosi completamente all’interno di questo sistema poteva impadronirsi di tutte quelle capacità e leggi che stanno non solo alla base dell’economia ma che allo stesso tempo muovono e regolano altri sistemi collegati in maniera indiscutibile quello economico come possono essere il sistema politico e geografico.

Per tutte queste ragioni il noto imprenditore Fabrizio Politi ha deciso di portare un cambiamento attraverso un nuovo progetto, parliamo del social network SixthContinent.

SixthContinent è un social network uguale a tutti gli altri in circolazione (come ad esempio facebook, twitter ecc) come struttura,  ma che differisce da quelli appena citati per lo scopo, ossia la mission di tale progetto risiede nel poter generare un reddito che possa essere ridistribuito in maniera solidale e soprattutto equa nei confronti di tutti coloro che risultano iscritti nella piattaforma online più grande dedicata alla gestione dei soldi.

SixthContinet funziona basandosi su un algoritmo “ Mo.mo.sy”creato dallo stesso Fabrizio Politi  che si basa appunto sul rapporto tra gli utili netti che si vengono a creare e il numero dei dipendenti.

Attraverso questa analisi si stila una classifica che va a definire  l’azienda verso la quale il consumatore sta indirizzando il proprio denaro.

Un fattore importante è che la classifica, in una vasta gamma di gradazioni, ha la capacità di poter affermare se è in grado di poter genera ricchezza anche per le comunità nella quale vive ed opera o meno dividendo così le società in verdi e rosse.

Quando si diventa membri di SixthContinent si comincia a ricevere un reddito di cittadinanza. Attraverso il reddito ottenuto, si possono fare acquisti dai negozi selezionati appositamente da alcuni manager di Sixth Continent attraverso un’applicazione per smartphone o l’ecommerce di Sixth Continent. Il reddito di cittadinanza accumulato può essere utilizzato per gli acquisti fino a coprire al massimo il 50% del prezzo del prodotto.


Fabrizio Politi il 23 Giugno 2012 spiegava come… de incisiveiron

Tutti coloro che vorranno aderire al social network SixthContinent, lo potranno fare in maniera totalmente gratuita, avendo così l’opportunità di poter utilizzare il rating Mo.Mo.Sy. anche tramite un’App (ovviamente gratuita) disponibile sia per smartphone che per tablet (sia Apple che Android).

Si può evincere che lo scopo principale di Fabrizio Politi è proprio quello di superare il sistema economico che caratterizza le maggiori multinazionali esistenti e che continuano ad avere un ruolo sempre più incisivo nell’economia internazionale.

Per questi motivi non si tratta di una figura imprenditoriale, bensì di un rivoluzionario con l’ambizione di dare a tutti l’opportunità di contribuire per un modo migliore, facile e produttivo per tutti. La visione di Fabrizio Politi pare utopistica, ma in realtà è stato messo all’interno del commercio online un disegno così ben elaborato, quale è SixthContinent, che oramai non risulta più essere un’idea, ma una realtà esistente e funzionante!

Generale

Fabrizio Politi un visionario lungimirante

Viviamo in un’epoca d’incertezze e poca fiducia nel futuro, siamo orami abituati a non avere grandi aspettative per cui ci si adagia sul quotidiano pensando che non ci siano più spazi di manovra per migliorare le condizioni di vita, ecco perché non ambisce più a miglioramenti futuri. Le politiche sociali di questi ultimi anni sono riuscite a togliere diritti acquisiti con sudore e spesso sangue, smantellate un po’ alla volta in modo da abituare la gente al degrado sociale, mentale e fisico.

La visione di Fabrizio Politi è “poliedrica”, proiettata verso un nuovo mondo dove tutti sono alla pari, nessuno più uguale o diverso dell’altro, dove la ridistribuzione del reddito e delle risorse economiche sono il “core business” della sua piattaforma, la quale prevede diverse soluzioni per aumentare la redditività personale basata sul consumo. Esattamente in questo modo, con la normale spesa corrente dei fabbisogni giornalieri, che su base annua sono la maggiore voce di spesa, quindi alimenti, vestiario e consumi ricorrenti. Grazie a SixthContinent la “creatura” di Fabrizio Politi, è possibile ottenere un “rimborso” o meglio “cash-back” di quanto acquistato.

Una fonte di reddito extra anche in tempi di crisi

Il riconoscimento da parte delle aziende di un “obolo” all’acquisto, contribuisce a un reddito cumulabile utile, da spendere per ridurre ulteriormente la spesa, immaginate una costo annuo di circa 10 mila Euro per una famiglia media, e un “rimborso” complessivo che varia dal 2 al 10% sul totale acquistato, si tratta di un bel gruzzolo da riutilizzare per alleviare le spese domestiche.

Non è tutto, la piattaforma social SixthContinent, ha altri strumenti per ottenere una vera rendita basata sugli acquisti degli altri membri che possono fare altrettanto, creando una rete di consumo personale che fa riferimento al proprio codice, s’invita i membri partecipanti al consumo all’interno della stessa rete, ottenendo appunto gli stessi benefici, quindi il “cash-back” e attraverso la rete personale chiunque può creare una rendita!

Un sistema replicabile

Si tratta di sistema che parte dal basso e si estende appunto in orizzontale, ogni utente e membro ha le stesse opportunità e occasioni di tutti gli altri, nessuno è diverso, un sistema democratico e mette tutti sullo stesso piano.

Un’idea che Fabrizio Politi ha pensato invertendo il normale sistema che invece si basa sulla verticalità, con SixthContinent tutti abbiamo le stesse occasioni per migliorare le finanze personale e ottenere un reddito extra, a volte il modo per cambiare le cose è davvero a portata di mano, basterebbe solo allungarla!

Generale

Cos’è Binoptionen.com

Come potrebbe suonare a molti, Binoptionen è un sito di origine tedesca, dedicato alle opzioni binarie. Il nome stesso ci fa capire la sua origine. Diventato molto popolare sul web come blog affidabile in lingua tedesca si è poi dotato di una versione tutta italiana (così come quella francese ed inglese). Le sue guide e recensioni sono lette, commentate e citate da molti e si trovano spesso nei primi risultati su Google. Proprio per questo è possibile che questo nome ti è familiare e vuoi saperne di più.

Vediamo come un trader può utilizzare questo sito come utile guida per migliorare il proprio trading online grazie a questa fonte di informazioni gratuite e per chi può essere utile.

Per il broker principiante

Se hai appena iniziato o non sai come iniziare Binoptionen inizia proprio dalla scelta del broker. La sua pagina “broker” appunto mostra i 5 migliori broker con una tabella che ne evidenzia rapidamente i pro.

Per i principianti poi c’è tutto un lungo articolo introduttivo e ben fatto che identifica pienamente tutti i dubbi di chi non ha mai fatto trading. Si parte dalle basi: spiegazione di cosa è il trading, come funziona, differenze tra opzioni binarie e CFD, vantaggi e svantaggi.

Il trader principiante quindi si trova subito a suo agio e comprende cosa fare e viene indirizzato nella scelta del broker. C’è anche materiale sul conto demo per avere tutte le dritte su come iniziare senza rischi.

Trader Avanzati

Chi invece sa già cosa sono le opzioni binarie, sa già come e perché fare trading e non ha bisogno di introduzioni, binoptionen.com può essere una valida guida per chi volesse cambiare broker.

Inoltre ci sono guide approfondite su concetti “nuovi” come il social trading, un concetto introdotto dal broker Anyoption con il brand e la piattaforma “Copyop”. Questo tipo di trading per opzioni binarie offre un sistema di profili di trading “social” con attività che può essere seguita dagli altri utenti della piattaforma. In questo modo prima di tutto si rende il trading più divertente e occasione di scambi sociali, inoltre la condivisione del lavoro di trader permette a tutti di imparare e progredire velocemente. Il segreto è proprio quello di “copiare” qualcun’altro per migliorare il proprio stile di trading. Un modo di imparare strada facendo senza avere molte conoscenze pregresse.

Binoptionen.com nella sua versione originale accoglie moltissime guide per i broker avanzati: guide tecniche, grafici, strategie e recensioni. Purtroppo la versione italiana è ancora agli inizi ma è già molto migliore di alcuni siti italiani. Infatti i primi articoli scritti nel sito italiano sono molto completi, ben strutturati e facili da leggere, correlati da molti video ed immagini.

Sicuramente presto altri contenuti verranno portati nel sito in italiano di BinOptionen.com apportando così un grandissimo contributo per tutti i broker ed appassionati che vogliono imparare.

Bisogna solo pazientare un poco di tempo ed intanto rimanere aggiornati sui canali social del sito sui quali di volta in volta saranno pubblicate le news riguardanti gli aggiornamenti.

Trading

Garcinia Cambogia: un frutto miracoloso?

Lo sappiamo, quello della dieta è un problema annoso che affligge buona parte della popolazione, in tutto il mondo. Perdere peso è decisamente più complicato di metterne su in eccesso, e dunque ogni anno proliferano presunte diete e presunti prodotti miracolosi, i quali promettono una perdita di peso ingente in tempi esigui. Speriamo sia inutile specificarlo, ma lo facciamo comunque: spesso, o meglio, quasi sempre, si tratta di clamorose bufale. Non esistono diete miracolose, e non esistono prodotti miracolosi, il cui solo ingerimento porta allo smaltimento dei grassi.

Ma non disperatevi. È vero, non esistono prodotti miracolosi, ma certamente ne esistono alcuni che possono essere un valido supporto (e badate: supporto, non rimedio) nel corso di una dieta dimagrante. Tra questi, vi è la Garcinia Cambogia.

Se non avete mai sentito parlare della Garcinia Cambogia non preoccupatevi, perché siamo qui per questo. In questo articolo desideriamo illustrarvi tutte le sue proprietà e modalità di utilizzo.

Cosa è la Garcinia Cambogia, e dove si trova?

La Garcinia Cambogia è il frutto dell’omonima pianta, nativa di alcuni stati orientali come India, Vietnam e Cambogia, appunto.

Si tratta di una pianta piuttosto rara da reperire in occidente, in quanto cresce e prolifica solamente in determinate zone climatiche, e avvizzisce – o non dà frutti – con estrema facilità. In oriente viene sfruttata ormai da anni per la produzione di integratori per il controllo del peso; tuttavia nei paesi occidentali sta iniziando ad essere sfruttata solo relativamente di recente, anche per via degli studi i quali attesterebbero delle effettive proprietà benefiche della stessa.

Quali sono gli effetti dell’assunzione di Garcinia Cambogia?

La Garcinia Cambogia ormai da anni si trova ad essere sotto i riflettori degli studiosi, che sembrerebbero aver confermato alcune delle sue innegabili qualità. Anzitutto, sarebbe un antiossidante piuttosto potente, per via delle grosse quantità di vitamina C in essa contenute. Cosa più importante, però, sembrerebbe avere degli effetti benefici su chi soffre di colesterolo alto.

Difatti, sembra che una corretta e regolare assunzione di Garcinia Cambogia, nel lungo periodo, farebbe diminuire sensibilmente il tasso di colesterolo presente nel sangue – il tutto, chiaramente, se accompagnato ad una dieta sana e regolare. Infine, sembra essere un valido aiuto nei regimi alimentari più controllati, in quanto per via delle fibre in essa contenute aumenterebbe il senso di pienezza di stomaco e di sazietà. Insomma, certo non una sostanza miracolosa, ma piena di qualità del tutto indubbie.

Come va assunta la Garcinia Cambogia?

Poiché il frutto è piuttosto raro da trovare, solitamente la Garcinia Cambogia viene assunta sotto forma di integratori, in polvere o ancora più spesso in pillole. Le modalità di assunzione vere e proprie dipendono da prodotto a prodotto, e dalle condizioni nelle quali versa l’utilizzatore.

In ogni caso, il nostro consiglio è di attenervi sempre in maniera scrupolosa alle istruzioni e di chiedere un supporto al vostro medico e al vostro nutrizionista, in modo da non commettere errori nell’assunzione degli integratori.

Attenzione: questo articolo non è assolutamente sostitutivo del parere di un medico, ed è da considerarsi a scopo puramente illustrativo e descrittivo.

Leggi di più: garcinicambogiaveda.co funziona
Generale

Lavorare in Australia 

Lavorare in Australia è possibile ed è anche una grande idea.

Una nazione giovane e dinamica, con tante possibilità di lavoro e anche fare impresa, istituzioni efficienti, lingua inglese, luoghi stupendi, qualità della vita alta, paghe dignitose e possibilità di fare carriera molto più in fretta che nella vecchia Europa.

Come si fa a lavorare in Australia?

La prima cosa da togliersi dalla testa è partire per una vacanza e gironzolare e vedere se si può restare. Oppure avere un contatto di lavoro li (magari il solito ristorante che cerca camerieri) ma entrare come se si fosse in vacanza perché il lavoro è in nero.

Ci si mette davanti a seri rischi perché in Australia le leggi migratorie sono molto severe. Multe e rimpatri sono all’ordine del giorno. Ed anche ammesso di non essere mai beccati sarà molto difficile mettersi in regola poi per restare, bisognerà sempre andarsene e fare il tramite dall’Italia.

Altrimenti si sarà condannati al lavoro in nero, sottopagato e nessuna tutela. Con il rischio di essere beccati e spediti a casa a mani vuote.

A meno che non siate avventurieri con lo zaino in spalla, hippie, a cui interessa solo l’esperienza dell’esplorazione, e lavare qualche piatto in nero non vi dispiace e vi serve per racimolare due spicci per la vostra avventura, l’approccio improvvisato non ha senso in Australia.

Per fortuna questo Paese, che sa di avere bisogno di nuovi cervelli e nuove braccia ogni anno, ha un sistema di vacanza-lavoro che permette facilmente di entrare nel Paese per un periodo limitato e lavorare. Questo periodo limitato permette di familiarizzare con il luogo, la cultura, la lingua, il mondo del lavoro e prendere contatti e farsi notare. I lavoratori in working holiday (vacanza lavoro) possono puntare a fare notare le proprie abilità all’azienda che li ospita e magari convincere il capo a farsi assumere per un periodo più lungo o prendere contatti altrove nel tempo libero e cercare uno sponsor.

Lo sponsor è un datore di lavoro che vi permette di chiedere un visto temporaneo ma più lungo della durata di quello della vacanza lavoro, che poi diventa il passo precedente ad un visto duraturo, se tutto va bene.

La regola in Australia è chiara: se non studi e non lavori non puoi restare a zonzo. Se sei entrato come turista puoi solo andare a zonzo senza lavorare, e per un periodo limitato. Se sei in working holiday puoi lavorare ed andare in giro a conoscere il Paese per farti una idea e trovare modi per tornare e/o restarci.

Molti si illudono che tutto il mondo sia l’Unione Europea, in cui grazie agli accordi di Schengen si può andare da un Paese all’altro ed essendo cittadini di uno di essi si è liberi di fare quello che si vuole. Non funziona così e le regole migratorie australiane sono molto rigide.

Chi vuole lavorare in Australia farebbe bene a non infrangere le regole e mantenersi sempre serio e professionale. In questo Paese è facile fare carriera perché la meritocrazia conta tantissimo ma questo ha un rovescio della medaglia: se in Italia una volta fattici una posizione gli errori vengono perdonati facilmente (pensate ai nostri politici sempre rieletti), qui la cultura anglosassone pur essendo meno rigida che altrove valuta moltissimo serietà e professionalità. Mettersi in luce in modo sbagliato (magari cercando lavoro senza essere in posseso dei documenti necessari) può chiudere da subito molte porte, dimostra di non aver fatto ricerche approfondite, di essere approssimativi e superficiali. E per farsi veramente una posizione ed una carriera e non lavorare in modo occasionale/stagionale, non ci si può permettere certe cose.

Generale

Nikon D5500: la nuova entry level di Nikon

La Nikon D5500 è la nuova arrivata in casa Nikon, destinata nelle intenzioni dell’azienda a sostituire sul mercato la Nikon D5300 uscita nel 2013. Si tratta di una fotocamera reflex che pur essendo un modello entry level assicura ottime prestazioni grazie alle innovative caratteristiche tecniche e al processore Expeed 4, utilizzato per la prima volta in un modello della Nikon. La principale caratteristica della Nikon D5500 è la dimensione compatta: con un peso del corpo macchina di soli 420 grammi, questa fotocamera dalla struttura monoscocca riesce a unire in un piccolo spazio una serie di funzionalità che faranno invidia anche ai modelli più costosi. Un’altra delle caratteristiche di punta di questa fotocamera è il display touch screen, anch’esso presente per la prima volta in una Nikon, che si può orientare e girare a piacere, ruotando anche di 180° per lo scatto di selfie. Sono disponibili moltissime modalità di scatto, tra cui quello in sequenza che può scattare fino a 5 fotografie al secondo; oltre alle molte modalità preimpostate, inoltre, sono presenti dei menu molto completi che permettono di scegliere e modificare ogni aspetto della propria fotografia.

d5500_bk_fronttop-54aac4ad58f42

Dal punto di vista tecnico si tratta di una fotocamera di tutto rispetto: la risoluzione di 24,2 megapixel permette infatti di scattare fotografie molto grandi e dettagliate, mentre il sensore di immagine in formato DX garantisce la nitidezza delle immagini, grazie anche all’elevato intervallo di sensibilità ISO, che va da 100 a 25600. A differenza di molti modelli entry level, la Nikon D5500 riesce a garantire dei buoni risultati anche con l’aumentare della sensibilità ISO. Così come tutti i modelli Nikon amazon Prezzo più recenti, anche la D5500 permette di registrare video in Full HD, mettendo automaticamente a fuoco il soggetto e registrando l’audio con il microfono incorporato, che può però essere sostituito, grazie all’apposita uscita audio, con un microfono più potente per ottenere maggiori prestazioni. Questa fotocamera è inoltre dotata di connettività WiFi, permettendo così di trasferire rapidamente le immagini al proprio smartphone utilizzando l’app di Nikon. La Nikon 5500 è inoltre dotata di Picture Control: si tratta di una funzionalità che permette di controllare valori come nitidezza, contrasto e luminosità sia durante lo scatto di fotografie che durante la ripresa dei video, scegliendo tra sette modalità diverse, tra cui quella Uniforme che consente di conservare tutti i dettagli della fotografia in modo da poter fare una scelta successiva.

Come la maggior parte della reflex Nikon, la Nikon D5500 può essere acquistata solo come corpo macchina, per chi ha già uno o più obiettivi Nikkor, oppure in kit con uno o più obiettivi. Il corpo macchina è disponibile in grigio e in rosso, mentre i kit possono comprendere un obiettivo 18-55 adeguato per la maggior parte delle esigenze, un obiettivo 18-105 che permette uno zoom ottico fino a 8,5x e una maggiore riduzione delle vibrazioni, oppure ancora moltissime altre combinazioni che vi permetteranno di scegliere la soluzione ideale per voi. Oltre ai kit, la Nikon propone moltissimi accessori come flash, borse e cinghie, destinati a rendere la vostre esperienza fotografica ancora più divertente ed entusiasmante.

BDSwiss Opinioni positive?

Siamo andati in giro per il web alla ricerca di opinioni sul broker di opzioni binarie BDSwiss per capire cosa ne pensano i trader di questo broker, ecco il risultato della ricerca.

bdswiss

 BDSwiss è un brand appartenente alla società Keplero Holding Ltd, che ha sede a Cipro, come molte società legate al mondo del brokeraggio e del trading online ma che dispone anche di sedi in altri luoghi con legislazioni più rigide come Francoforte, in Germania, per dare maggiore tutele e sicurezze ai propri clienti rispetto ad altri broker. La sede a Cipro comunque è già comunque una Garanzia perché il Paese Mediterraneo (Membro UE, ricordiamo) è stato il primo a dotarsi di una regolamentazione rigida sulle opzioni binarie, anche se per ragioni di prossimità e di rigidità (soprattutto fiscale) è ovvio che molti tendono a fidarsi di altri Paesi (soprattutto, questa diffidenza è comune nei germanofoni).

Tuttavia già dal punto di vista delle “carte” possiamo dire che BDSwiss è approvato per le garanzie che offre  e le regolamentazioni ottenute in diversi Paesi d’Europa e del Mondo.

Adesso passiamo alle Opinioni su BDSwiss

Chi ha provato BDSwiss come noi, sa che è una piattaforma/broker che non lascia nulla al caso. I vantaggi che offre sono moltissimi e seppur molto di ciò che offre è comune anche presso altri broker, BDSwiss sa sempre come aggiungerci del suo e migliore l’offerta.

La prima cosa che traspare dalle opinioni su questo broker è la facilità d’uso e velocità della piattaforma, unite alla professionalità. In effetti BDSwiss si presenta subito in modo molto chiaro e diretto, ed offre un servizio clienti competente ed all’altezza della situazione capace di sciogliere ogni dubbio. Tra le opinioni positive dei principianti traspare la grande quantità di materiale formativo che questo trader offre, ad esempio la pagina del sito ufficiale in cui è possibile scaricare materiale informative ed interi ebook che insegnano i segreti e le strategie per il trading o il blog di bdswiss che amplia ed approfondisce in modo aggiornato la formazione del trader. Un altro strumento importantissimo è il calendario finanziario che permette di seguire gli eventi più importanti che possono influenzare i trend degli asset, insieme ad una sezione interamente dedicata alle notizie finanziarie sempre aggiornate.

Questi optional per la formazione e l’aggiornamento costante sono molto graditi dai trader sia principianti che più avanzati. Opinioni positive sono suscitate anche dall’assistenza di esperti finanziarie ed ai seminari Web riservata ai trader che usano questa piattaforma.

BDSwiss: Opinioni positive giustificate

Nessuno sembra lamentarsi di una mancanza di serietà di questo broker, del resto si trova sul mercato da moltissimi anni, praticamente dalla nascita delle opzioni binarie: se avessero voluto fregare qualcuno con tutti i milioni di utenti che hanno già avuto, avrebbero praticamente preso il malloppo e sarebbero spariti, anziché preoccuparsi di migliorare l’offerta, rendersi accattivanti rispetto alla concorrenza, investire in un servizio clienti, un team di esperti che segue i trader di alto livello ed aprire sedi in diversi luoghi del mondo.

Trading